P1010337

Gombo(okra) con patate e olive

Ieri mi sono fermata in un negozietto etnico e vicino alle verdure ho trovato l‘okra o gombo! La sua forma è molto simile a quella di un peperoncino verde, ma il sapore richiama vagamente gli asparagi.
È presente nella cucina greca (bamies), bosniaca (bamije), in quella albanese (bamje), nella cucina brasiliana (quiabo), nella turca (bamya), nella cucina giapponese ed in quella rumena (bame). Attualmente viene coltivato anche in Italia (p.es. nella Provincia di Latina) e venduto nei mercati delle grandi città italiane.
L’okra è stata portata negli Stati Uniti dagli schiavi dell’Africa ed è stata considerata per molto tempo un alimento per i poveri.
La sua radice è ricca di mucillaggini ed è usata come emolliente in sostituzione dell’altea.In cucina invece è utile per legare le salse.
Ha un basso contenuto calorico, contiene vitamine in abbondanza: vitamina A,tiamina, B6, vitamina C, acido folico, riboflavina, calcio, zinco e fibra alimentare. La ricchezza di acido folico, la rende consigliabile per le donne in stato di gravidanza.
Contiene una buona quantità di fibra alimentare ottima per la salute di tutto il tratto gastrointestinale inoltre, aiuta ad assorbire l’eccesso di colesterolo. E’ pertanto un ottimo lassativo, lenisce l’intestino irritabile, le ulcere, guarisce, allevia e rinfresca il tratto gastrointestinale. Ottima in insalata, sotto aceti o al sugo di pomodoro.

 

Condividi

About Chef

Antonia Karova

Nome: Antonia Karova. Nata in Bulgaria il 15/08/1978. Istruzione: Laurea in Storia dell'Arte e Disegno. Passione: La cucina sana gurme. Nella vita: madre di tre gemelle femmine e un maschio. Ambizione: Dare un’alternativa a tutti gli snack del supermercato, non un divieto ma la possibilità di godersi cose gustose in modo sano in una famiglia felice!

Post simili

  • Porzioni : 4
  • Preparazioni : 30 Min
P1030844
  • Porzioni : 4
  • Preparazioni : 20 Min
P1030683
  • Porzioni : 4-6
  • Preparazioni : 30 Min
p1030544