La regola del mangiare sano

Lo Stomaco e la pentola
La maggior parte della gente pensa che lo stomaco sia una pentola grossa dove versarci all’ infinito, senza regole . Non esattamente, anzi, è provato da numerosi test che il cibo, una volta entrato nello stomaco, si dispone a strati. Ma non si tratta del mangiare separatamente, bensì di mangiare un cibo dopo l’altro. Ecco cosa dice uno dei piu grandi esperti del campo dell’alimentazione sana, e da me molto rispettato, dott.Gaydurkov sul mangiare separatamente:

Nel mangiare separatamente la regola principale è assumere i carboidrati separatamente dalle proteine, a causa dei diversi succhi gastrici impiegati. Se li assumiamo insieme diventano difficilmente assimilabili e portano al malnutrimento ossia il nostro corpo non riceve le sostanze di cui ha bisogno. Inoltre, iniziano i processi di decomposizione e fermentazione. Si sviluppano microbi, tra cui Helicobacter pylori, che possono portare a disturbi come la colite, la gastrite, le ulcere. Inoltre, i carboidrati e le proteine agiscono tra di loro. Ad oggi sappiamo che i cereali (carboidrati) contengono molti fitati che legano il calcio (proveniente dalle proteine) in composti insolubili che si accumulano nel corpo sotto forma di osseoartriti ipertrofiche, calcoli biliari, colecisti, calcio, cadmio nei reni e così via. I carboidrati, cioè, tendono a fermentare, le proteine – a marcire. Questo il motivo per cui i carboidrati dovrebbere essere assunti separatamente e a distanza di almeno due ore dalle proteine. L’esperienza mi ha dimostrato che si possono mangiare anche senza intervallo tra di loro, a condizione di assumerli uno dopo l’altro. Quindi, anche se finiamo a mangiare dieci cose una dopo l’altra, noi rientriamo lo stesso nella norma dei pasti separati. Così, aiutiamo anche il nostro corpo a digerirle con facilità. Ad esempio, se si mangia un carboidrato (riso, patate, pane) prima, e subito dopo la carne, i carboidrati aiumentano il glucosio nel sangue, il quale aiuta ad assimilare gli aminoacidi. In questo modo non avrete mal di testa o appesantimento metabolico”.
Qual’è la soluzione? La soluzione è semplice e facilmente applicabile anche ai bambini:Mangiate contemporaneamente, richiedono diverso tempo per essere digerite, ma proseguono insieme verso il tratto intestinale causando l è importante assumere il cibo uno dopo l’altro durante il pasto. Per esempio, le proteine animali hanno bisogno di carboidrati per non ossidare molto il nostro organismo.Mangiate contemporaneamente, richiedono diverso tempo per essere digerite, ma proseguono insieme verso il tratto intestinale causando la decomposizione e la formazione di scorie. Per evitare ciò, se non vogliamo rinunciare ai prodotti di origine animale, dobbiamo assumere il cibo in seguenza. Potremmo iniziare con cibo crudo come misticanze e insalate, per passare ai carboidrati e in seguito anche alle proteine animali.
Questo pricipio si applica a tutti i prodotti di origine animale copresi i prodotti ittici.
Spendo una parola anche sull’alcol. L’alcol tende a bloccare gli enzimi digestivi, per cui il cibo ristagna nello stomaco per ore, favorendo processi di decomposizione e fermentazione. Se vi piace l’alcol e non volete rinunciarne è meglio consumare birra e vino in forma pura, no superalcolici, e accompagnati al massimo con insalata.
Quello che posso dire per esperienza personale, mia e dei miei figli, è che il mangiare il cibo in sequenza è uno dei migliori modi di mangiare, senza pesantezze e disturbi gastrici.
Guardando i miei bambini imparo più che dai grandi manuali. Non hanno mai scelto più cose alla volta, mangiano prima uno e poi un altro, preferiscono cibo dai gusti naturali. Imparare a mangiare bene è uno dei sani principi di vita che è bene rispettare. Se guardiamo in natura, nessun animale onnivoro mangia carne e erba contemporaneamente.
Il rispetto di questa semplice regola di vita sana è del tutto possibile. Io la applico almeno 200 giorni in un anno ( nei rimanenti 165 faccio “festa”). Inizio con vari tipi di insalata cruda, cibo naturale e neutro da mangiare anche a fine pasto, poi carboidati, aggiungo eventualmente prodotti di origine animale e solo dopo 30-40 minuti mi godo il dolce.
Vi auguro di essere in buona salute!

, ,

Ancora nessun commento.

Lascia una risposta